Categoria principale: AREA SERVIZI

Arti EventoFB 15MAGGIO

 MEETING DELLE ARTITERAPIE

LE ARTI COME CURA DEL NOSTRO TEMPO:

Corpi sospesi e promesse del corpo

Uno dei paradossi dell’insolito periodo che stiamo attraversando è il seguente: da un lato, decenni di studi e ricerche in ambito psicologico, pedagogico, neuroscientifico e terapeutico (non ultimo il contributo delle ArtiTerapie) hanno radicalmente messo in discussione la tradizionale dicotomia corpo/mente, restituendoci un’immagine del nostro corpo, del corpo in cui viviamo, che è molto lontana dall’idea di macchina guidata dalla mente di cartesiana memoria. Il corpo è emozione vissuta, è espressione, è memoria, è cognizione, ed è soprattutto lo strumento fondamentale della relazione.

Dall’altro lato, questo è il tempo della comunicazione a distanza, in cui i sensi sono filtrati dai mezzi tecnologici, e i nostri corpi sembrano appartenere a “color che son sospesi”.

Proprio in questo tempo in cui il corpo sembra quasi costituire un intralcio, vogliamo offrire un’occasione per riaffermare, con forza, la consapevolezza dell’importanza del corpo, della sua centralità, del suo essere materia viva e costitutiva della persona umana.

Attraverso conversazioni a più voci, daremo evidenza alla specificità dell’approccio al corpo nelle Artiterapie, capace di innescare processi di rinnovamento e di riequilibrio, al contempo efficaci e gentili, che si riveleranno fruttuosi quando sarà necessario ritrovare le energie per ripartire dopo la notte della pandemia. 

CONVERSAZIONE A PIU’ VOCI

Introduzione di Claudio Bonanomi psicologo e musicoterapista, direttore scientifico del Centro Artiterapie Lecco

 Ne parlano

-SALVO PITRUZZELLA è esperto internazionale di Drammaterapia, teatro applicato e educazione alla creatività. È Direttore della Scuola Triennale di Drammaterapia presso il Centro Artiterapie di Lecco. Insegna Pedagogia e Didattica dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo. È il rappresentante italiano presso l'ECArTE (European Consortium for Arts Therapies Education), consorzio di università europee che promuovono la formazione nel campo delle ArtiTerapie. È International Member della BADTh (British Association of Dramatherapists), e fa parte dell’Editorial Advisory Board della rivista Dramatherapy Journal, organo scientifico dell'associazione. Socio Onorario, a partire dalla sua fondazione,della SPID (Società Professionale Italiana Drammaterapia), su delega della quale è membro dell'Executive Board dell'EFD (European Federation of Dramatherapy), che riunisce delegati delle associazioni professionali di drammaterapia di 17 nazioni europee.

Tra le sue pubblicazioni: “Educazione all’arte/arte dell’educazione”; “ Il paradigma CREARE: un contributo al rinnovamento pedagogico”; “ Mettersi in scena. Drammaterapia, creatività e intersoggettività”; “Manuale di Teatro Creativo. 200 tecniche drammatiche da utilizzare in terapia, educazione e teatro sociale”.

-GIORGIO BEDONI  Psichiatra e psicoterapeuta. Dirigente medico presso l'Unità operativa di psichiatria dell'Azienda Ospedaliera di Melegnano. Docente presso l'Accademia di Belle Arti di Brera e il Centro Artiterapie Lecco. Membro del comitato scientifico Museo della Psichiatria di Reggio Emilia e curatore di diverse mostre sul tema di Art Brut, outsider art. Saggista, è autore di "Arte e psichiatria. Uno sguardo sottile" ; "Visionari. Arte, sogno, follia in Europa";”lìLa lente di Freud”;”Carlo Zinelli: cronache visionarie”.

-ELENA ROVAGNATI Pedagogista, psicologa, Danzamovimento terapeuta, formatore e supervisore APID. Attualmente utilizza lo strumento della Danzamovimento terapia nella pratica privata e con gruppi di operatori del settore socio-sanitario ed educativo finalizzati alla prevenzione del burn –out. Conduce dal 2013 un gruppo di studio di danzamovimento terapeute su movimento e resilienza. Sulle possibilità applicative della danzamovimento terapia nel sostegno all'età evolutiva, ha recentemente pubblicato "Le Fiabussole. Orientarsi tra le emozioni assieme ai bambini" per la collana Ericksonlive Ed. Erickson,2020

Ricerca nell’ambito della  dimensione spirituale e religiosa dell’espressione corporea,
Collabora per conto dell’ Apid con l'Osservatorio delle Pratiche di Resilienza del Politecnico di Milano

-SILVIA CORNARA Psicologa e musicoterapista, lavora da diversi anni in campo sociale, collaborando stabilmente con alcune cooperative, soprattutto in ambito psichiatrico e con la disabilità.

È docente e tutor presso il Centro Artiterapie Lecco ed è iscritta all'AIM (Associazione Italiana professionisti della Musicoterapia) come musicoterapista, formatrice e supervisore.

Fa parte del "Centro Studi Maurizio Di Benedetto", in cui è referente per il progetto "Musica 0-3".

Ha pubblicato vari articoli sia in ambito musicoterapico che in merito alla musicalità dei bambini 0-3 anni.

Modera Michele Farina, giornalista del Corriere della sera

EVENTO GRATUITO

Iscrizioni entro mercoledì 12 maggio

 CLICCA QUI, riceverai il link per il webinair

Ringraziamo per l'immagine: Elena Ferrari - CREATIVITA' IN LABORATORIO